Facebook: altri 10 anni?

In Social / Mar 12, 2018

Dicono ci abbia cambiato la vita, il modo di parlare e di decodificare il mondo. Sicuramente Facebook è parte delle nostre giornate, tanto da non chiederci più se è una moda e quanto durerà, domande che a mio parere lasciano un po’ il tempo che trovano. Fatele a “nonna” radio e “mamma” TV, condannate a morte certa a più riprese. E oggi succede anche a Facebook, (lo dice l’Università di Princeton)facebook mark zuckerberg ma sono strumenti e non sono loro ad invecchiare, ma il loro uso, la funzione che è stata pensata per loro. Le idee invecchiano, le aziende che non si rinnovano smettono di funzionare. Sì, perché comunque la vediamo, vale sempre la pena ricordarsi che Facebook, Google e Apple sono aziende, sono persone, sono un’idea.

Certo noi facciamo la nostra parte, dobbiamo ammetterlo, vogliamo strumenti straordinari! Siamo diventati consumatori attenti ed esigenti, sappiamo riconoscere il genio dalla truffa. Lodiamo l’innovatore e denigriamo il tentativo mal riuscito. Irritabili e dalla noia facile, diamo la colpa ai pubblicitari che ci deviano la mente, ma colpirci, coinvolgerci, stravolgerci, appassionarci…non è gioco da ragazzi e lo vogliamo disperatamente. Quando lo troviamo, al vero genio, permettiamo di diventare abitudine, di farci credere che non è una novità ma una possibilità che è sempre stata a portata di mano. Vogliamo che ogni giorno della nostra vita sia geniale come quello strumento. E allora, abbiamo sempre “postato“, “likato” e “condiviso”.

Altri dieci anni? Se contiamo che la radio è cresciuta andando in TV e che la TV è seguita anche grazie alle interazioni con il web, io una chance a Zuckerberg la darei…

Auguri a chi non ci ha cambiati, auguri a chi ci proverà e auguri a chi fallirà miseramente nel tentativo…in ogni caso auguri alle aziende che provano a cambiare il mondo, specie se nel farlo ci strappano un sorriso.